La Pasqua.

Aggiornato il: 26 mar 2020



La Pasqua è la festività principale del cristianesimo.

In questa festa Gesù, il Messia, risorge dal mondo dei morti per tornare alla vita, vincitore sulla morte e sul peccato.

L'evento della resurrezione è l'adempimento delle Scritture dell'Antico Testamento.

La Pasqua cristiane è il compimento della Pesach ebraica, vi si sovrappone.

Alla liberazione del popolo ebraico viene paragonata, e si compie, la liberazione di tutta l'umanità, nel sacrificio di Gesù Cristo.


Pesach.


La festività della Pasqua ebraica ha la sua origine al tempo dell'Esodo, fu il risultato dell'ultima piaga lanciata da Mosè sul faraone prima che quest'ultimo li liberasse.


Il popolo ebraico doveva procurarsi un agnello per famiglia e sacrificarlo al tramonto, mangiarne la carne arrostita al fuoco con pane azzimo ed erbe amare, e segnare gli stipiti delle porte col suo sangue.


Quella notte lo Spirito di Dio avrebbe fatto strage dei figli degli egiziani, coloro che non avevano seguito il rito.

Questo rito sarebbe stato celebrato per generazioni come memoriale della liberazione. Per 7 giorni avrebbero dovuto mangiare pane non lievitato, Matzah, eliminare il lievito, Chametz, da ogni casa e non entrarci assolutamente in contatto, oltre ad astenersi da ogni lavoro.

Per il popolo ebraico e per i cristiani questa è la Pasqua di liberazione.

Questo racconto si trova a partire dal capitolo 11 del libro dell'Esodo.